Grande incendio scoppiato stanotte nel porto di Ancona – Stamani scuole, università, parchi chiusi

Ancona Incendio

ANCONAUn incendio di vaste dimensioni è divampato stanotte, poco dopo la mezzanotte, nel porto di Ancona. Le fiamme sono partite da un capannone nell’area portuale ex Tubimar,  sono  in corso di accertamento le cause. Non ci sono vittime e nessuno è rimasto ferito. Gli abitanti hanno avvertito alcuni forti boati, poi si sono viste le fiamme  e il levarsi di una densa colonna di fumo.

Ancona incendio

Sul posto stanotte sono intervenute oltre alle squadre dei Vigili del fuoco di Ancona, anche le unità di Macerata e Pesaro con autobotti e autoscale, proprio per le vaste dimensioni dell’incendio. Inoltre le forze dell’ordine hanno provveduto a ‘cinturare’ la zona.

L’incendio è stato circoscritto, ma le operazioni di spegnimento sono ancora in corso. Sul luogo anche mezzi della Protezione civile della Regione Marche e del Comune di Ancona, che consiglia alla cittadinanza di tenere le finestre chiuse in via precauzionale e di limitare gli spostamenti in attesa dei rilievi delle autorità sanitarie. Il Comune ha chiuso, sempre in via precauzionale, le scuole di ogni ordine e grado, le università, i parchi e gli impianti sportivi all’aperto. Una colonna di fumo è visibile anche stamani da diversi chilometri di distanza e in città si respira un’aria acre impregnata di fumo.

I danni dell’incendio sarebbero ingenti e riguarderebbero sicuramente i capannoni da dove si sono sprigionate le fiamme  ma anche dei camion, nell’area potrebbero trovarsi solventi, vernici e altri materiali potenzialmente tossici. Nella zona inoltre sono presenti anche un’azienda che produce azoto liquido, una centrale elettrica e un impianto di metano.

 

LEGGI TUTTO
Venezia, città portuale tra le rotte di ieri e di oggi - Celebrazioni Venezia 1600

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC