Cornetto (FHP): «Rinfuse solide in calo del 35% dal 2005 ad oggi – Ridurre la frammentazione»

Cornetto Agostinelli

Paolo Cornetto, nuovo amministratore delegato di FHP (F2i Holding Portuale) è intervenuto al Propeller Club Porti della Spezia e Marina di Carrara in occasione dell’iniziativa dal titolo «Mettiamo “ordine” alle rinfuse» svolta presso il Terminal Crociere del porto ligure.

FHP, braccio terminalistico del Fondo italiano F2i e unico terminalista nazionale specializzato nei settori rinfuse solide, general e project cargo, oggi opera su 8 terminal portuali a Marina di Carrara, Venezia-Marghera, Chioggia, Monfalcone (2 terminal) e Livorno (2 terminal). Cornetto è approdato alla guida della società nell’ottobre 2023, dopo essere stato amministratore delegato di Vado Gateway, passando quindi dal settore container a quello delle rinfuse solide.

Mettiamo “ordine” alle rinfuse è un tema apparentemente contraddittorio nei termini” – ha sottolineato il presidente del Club, Gianluca Agostinelli, introducendo il meeting”.
Il traffico riveste un ruolo strategico per i porti nazionali, per l’importazione delle materie prime e l’esportazione dei prodotti. Un comparto rilevante per l’economia nazionale, ha spiegato il ceo di FHP Holding Portuale, che vede in prima fila i prodotti dell’edilizia e vetro (dal cemento alle ceramiche) della siderurgia (dai rottami alle bramme) ma anche: cerealicoli, derrate alimentari e frutta, concimi e fertilizzanti, forestali (legname e cellulosa) e carbone.

Tuttavia nonostante la sua strategicità, il settore risulta essere il meno efficiente a livello portuale e logistico anche a causa della elevata frammentazione. Inefficienza in termini di perdita di traffici. Nei porti nazionali il trend delle rinfuse solide è passato dai 93 milioni di tonnellate del 2005  ai 73 milioni nel 2014 fino ai 61 milioni nel 2023 con una perdita del 35 per cento.

Cosa fare per invertire il trend di calo ha spiegato il ceo: “E’ necessario continuare a mettere ordine nelle rinfuse cominciando dal ridurne la frammentazione e utilizzando tutte le possibili innovazioni” La società ricerca la massima efficienza organizzativa e operativa per garantire la massima soddisfazione di clienti e investitori”.

LEGGI TUTTO
Corsini: Livorno e Piombino alla ricerca di una nuova vision

Le rinfuse solide d’altronde – si è osservato al Propeller – sono la vocazione e la funzione portante del Porto di Marina di Carrara che garantisce così al Sistema del Mar Ligure Orientale la complementarietà dell’offerta insieme al Porto della Spezia che, nonostante la prevalenza del traffico container, deve essere attento esso stesso anche al traffico delle rinfuse solide, accanto a quello delle rinfuse liquide arrivato in questi anni al top con il gas a compensazione della perdita di petrolio e carbone.

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC