Cagliari nuovo porto per il bunkeraggio del Mediterraneo Sud-Occidentale

Bunkeraggio Cagliari

CAGLIARI – Dal 1° settembre partirà il nuovo servizio di bunkeraggio, il rifornimento di combustibili navali nei porti di Cagliari e Sarroch (scalo della raffineria Saras). Lo fa sapere il Gruppo Saras, operatore europeo nel settore Oil&Gas, proprietario dello stabilimento di raffinazione del petrolio situato a pochi chilometri da Cagliari. L’area pertanto si candida a diventare hub per il rifornimento di carburante navale di Sardegna, Canale di Sicilia e in genere del Mediterraneo Sud-Occidentale. L’offerta del servizio apre un nuovo scenario per i porti sardi e per lo sviluppo industriale e commerciale dell’isola. Ieri mattina intanto si è svolto il battesimo della stazione, con la nave “Jaohar Rima”.

Il progetto nasce da una collaborazione tra la società petrolifera e l’Autorità di sistema portuale, che da oltre un anno e mezzo, supportano lo sviluppo del progetto  e ne  promuovuono le potenzialità nelle numerose occasioni di business con i gruppi armatoriali sia crocieristici che dello shipping in generale. Il progetto veniva annunciato per la prima volta nel maggio 2018 dal presidente dell’Authority sarda, Massimo Deiana, che ne già in quell’occasione ne sottolineava l’importanza strategica: «Riteniamo che questo sia un elemento importante per recuperare competitività»-  specificava Deiana – «Sono 55 mila le navi che solcano le rotte del Mediterraneo, anche se intercettiamo solo una parte di questi traffici, potrebbe rappresentare un elemento in più di sviluppo per i nostri porti e per l’economia della regione».

«Saras sarà in grado di fornire la gamma completa dei combustibili marini» – fa sapere il Gruppo  «oltre al MDO (marine diesel oil) e ai combustibili tradizionali sarà, infatti, fornito il nuovo olio combustibile ecologico a bassissimo tenore di zolfo (max 0.5% come da ultime specifiche IMO 2020), tutti prodotti localmente presso la raffineria Sarlux.  Il rifornimento verrà effettuato con una modernissima nave, la “M/T Atlantic”, dotata di tutti i più avanzati apparati di sicurezza e con un equipaggio appositamente addestrato, al fine di offrire le massime garanzie di operare nel pieno rispetto dell’ambiente».

LEGGI TUTTO
«Stare su una gru è come volare» - Le donne del porto si raccontano

TDT

Let Expo 2024

Assoporti 50anni

Confindustria Livorno

 

Confitarma auguri

MSC Spadoni

AdSP Livorno

Toremar

 

Blue Forum

MSC