Avviata a Civitavecchia la verifica a campione del Mit sulle Authority

Il presidente dell’Authority laziale, Francesco Maria di Majo, ha dichiarato di essere tranquillo sottolineando che non sarebbe la prima ispezione in un’Autorità Portuale.

CIVITAVECCHIA – E’ passato poco più di un mese dalla comunicazione ufficiale in merito alla procedura di ispezione disposta dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti in alcune Autorità di Sistema portuale, tra cui quella che comprende i porti di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta.  Pertanto è adesso confermato che tra pochi giorni arriveranno a Molo Vespucci, sede dell’Authority laziale, gli ispettori delegati dal MIT ai quali tutto il personale dell’Authority dovrà mettere a disposizione ogni fascicolo documentale. Le verifiche tuttavia sono già iniziate nelle due sedi periferiche di Gaeta e Fiumicino, nella sede di Civitavecchia pertanto è già stato predisposto un ufficio per vagliare il materiale che verrà richiesto.

«Sono in corso le verifiche a campione da parte di ispettori del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sulla gestione delle Autorità di Sistema portuale di Civitavecchia, Ravenna e Taranto –  spiegava la nota del MIT  – su indicazione del Ministro Danilo Toninelli, la Direzione Generale del Mit per la vigilanza sulle Autorità portuali, le infrastrutture portuali e il trasporto marittimo e per vie d’acqua interne ha portato a compimento tutte le procedure di nomina di una commissione ispettiva ad hoc»

La commissione è composta dal direttore generale della RAM S.p.a. (Rete Autostrade Mediterranee, società in house del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, a capitale interamente detenuto dal Ministero dell’Economia e delle Finanze) Francesco Benevolo, in qualità di presidente, dal dirigente del Mit Eugenio Minici e dal Capitano di Vascello Sandro Gallinelli, in servizio presso il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto. «La commissioneha sottolineato il Ministeroè stata incaricata di effettuare ispezioni sull’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Centro-Settentrionale di Civitavecchia, sull’Autorità di Sistema portuale del Mar Adriatico Centro-Settentrionale di Ravenna e sull’Autorità di Sistema portuale del Mare Ionio di Taranto. L’attività di ispezione, attualmente in corso e che avrà una durata massima di sei mesi, punta in particolare a verificare la gestione dei rispettivi porti delle tre Autorità, con riguardo anche ai profili economico-finanziari, legale-amministrativi e tecnici». 

Il presidente dell’Authority, Francesco Maria di Majo si è sempre dichiarato tranquillo sottolineando che non sarebbe la prima ispezione in un’Autorità Portuale.  L’arrivo degli ispettori ministeriali tuttavia ha alzato la temperatura della politica locale: tanto che il coordinatore locale della Lega e i rappresentanti del Movimento Cinque Stelle hanno chiesto di procedere al più presto al commissariamento dell’ente portuale.

LEGGI TUTTO
Civitavecchia, le crociere salgono, ma è crisi nel container - In calo anche le banane Chiquita

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC