lorenziniterminal
grimaldi
Logistic & Transport > Serracchiani: Trieste e i porti giuliani gateway d’Europa

Serracchiani: Trieste e i porti giuliani gateway d'Europa

MONACO DI BAVIERA - Trieste è il porto naturale della Baviera e Transport Logistic è da sempre l’evento più importante nel nostro calendario fieristico – ha affermato il presidente dell’Authority di Trieste, Zeno D’Agostino, intervenuto alla ventesima edizione della Transport Logistic, la più grande fiera internazionale di logistica e trasporti, che si svolge a Monaco di Baviera con cadenza biennale, dove l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale è presente all’evento con gli operatori dello scalo giuliano, sia all’interno dello stand della Regione Friuli Venezia Giulia, con un allestimento che ha valorizzato la vocazione ferroviaria del porto, declinata con l’hashtag #TriesteRailPort, sia all’interno dello stand coordinato da Assoporti, assieme alle altre Autorità di sistema portuale.

"La connessione ferroviaria", spiega D'Agostino, "è l'asset di forza su cui si sta costruendo la strategia. Piace molto agli operatori logistici bavaresi come tedeschi o dell'est Europa. Piace molto alle imprese ferroviarie di questo territorio con cui dialoghiamo molto, come dialoghiamo con le imprese ferroviarie italiane prima su tutte Merci italia. L'Asset fondamentale su cui stiamo costruendo il nostro futuro sono i servizi intermodali del porto di Trieste faranno crescere".

Ad oggi abbiamo 5 coppie di treni a settimana su Monaco  - ha commentato inoltre D’Agostino – e abbiamo bisogno di ulteriore capacità verso questa destinazione. Grazie al supporto della Regione, stiamo collaborando con la Baviera per trovare ulteriori possibilità di frequenza e ampliamento dei servizi. Trieste e il sistema logistico regionale possono fare molto lavorando in sinergia”.

"Trieste e i porti giuliani come gateway d'Europa", ha sottolineato ai nostri microfoni la presidente Serracchiani, “è la scelta che è stata fatta più di tre anni fa e ci ha permesso una certa centralità non solo nell'Adriatico ma soprattutto nell'Europa centro-sud. Dal porto di Trieste parte il collegamento intermodale con treni che toccano la gran parte delle capitali europee. I treni nel 2013 sono aumentati quasi del 30% e continuano ad aumentare questo significa che siamo riusciti ad investire sul ferro e siamo riusciti ad intercettare quel traffico che altrimenti andrebbe solo nei porti del nord Europa”.

Post correlati

Giachino (Saimare): “Cargo aereo, l’Italia perde entrate fiscali e lavoro logistico”

«Che il sistema dei trasporti sia sottoposto complessivamente a 400 controlli di cui oltre 100 nei Porti ci segnala un […]

Italia Trasporto Aereo, De Micheli: «Per il cargo aereo investimenti di medio termine» – ANAMA

Nelle linee guida date dal governo al nuovo vettore nazionale – la Newco ITA (Italia Trasporto Aereo SpA) –  la […]

Trasporo aereo cargo, forte nei settori farmaceutico e moda – ANAMA

“133 controlli con 17 pubbliche amministrazione nei porti e 400 controlli con 27 pubbliche amministrazioni sull’intero controllo della logistica su […]


Leggi articolo precedente:
Il porto di Venezia e Grimaldi al transport Logistic

MONACO- Il porto di Venezia è protagonista a Monaco di Baviera alla fiera internazionale “Transport Logistic”, il principale evento del...

Chiudi