Brexit/ Caos camion bloccati all’Eurotunnel – Conftrasporto: “trovare una soluzione”

Camion Eurotunnel

Conftrasporto-Confcommercio, Uggè a ministra De Micheli: “intervenire con le autorità francesi ed europee” – “trovare una soluzione che consenta agli autotrasportatori italiani di tornare a casa”.

Non migliora la situazione di caos dell’autotrasporto a Dover e Calais dove, da quattro giorni, chilometri di camion in coda aspettano di imbarcarsi nell’Eurotunnel, la galleria ferroviaria lunga oltre 50 km che unisce il Regno Unito nel Kent a quello francese a Calais passando sotto il fondo del Canale della Manica. Una situazione di caos senza precedenti causato dalla preoccupazione per l’effetto Brexit, ovvero dall’imminente termine della così detta “fase di transizione”, la notte del 31 dicembre, che segnerà l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, sancita dal referendum del 2016 e approvata definitivamente nel gennaio 2020.

Migliaia di camion da sabato sono bloccati senza la possibilità di entrare né di uscire dal Regno Unito. Un allarme è lanciato dalle associazioni degli autotrasportatori francesi – che segnalano condizioni ‘catastrofiche’ per gli autisti nelle aree di sosta.

In Italia a lanciare l’appello è l’associazione Conftrasporto-Confcommercio il presidente, Paolo Uggè, si è rivolto alla ministra dei Trasporti e delle Infrastrutture Paola De Micheli perché intervenga presso le autorità francesi ed europee per trovare una soluzione che consenta agli autotrasportatori italiani di tornare a casa.

“Una soluzione per coloro che si trovano in territorio francese potrebbe essere la realizzazione di un’area di parcheggio attrezzata e custodita che permetta ai trasportatori di lasciare il camion senza correre il rischio che venga rubato o svaligiato, per poi tornare a casa con qualsiasi altro mezzo consentitosuggerisce Uggè – Per coloro che si trovano in Inghilterra, mi rendo conto che l’operazione sarebbe più complessa, anche perché non più risolvibile in ambito comunitario. Si potrebbe comunque tentare di compiere la stessa operazione, ferme restando le condizioni indispensabili legate ai controlli sanitari”.

LEGGI TUTTO
Interporto Padova chiude con un utile netto di 2,3 milioni - Pasqualetti nuovo presidente

“Facciamo appello alla ministra, che si è dimostrata sensibile agli oggettivi problemi di un settore che non si è mai fermato e che nei giorni scorsi ha voluto ringraziare i lavoratori dei trasporti e della logistica con un video trasmesso dalle reti Rai – ricorda Uggè – Chiediamo che i nostri camionisti, così indispensabili per la sopravvivenza delle città, siano messi nelle condizioni di poter tornare a casa”.

MSC

Laghezza

TDT

MSC Spadoni

P&STech

AdSP Livorno

assoporti

Toremar

Confindustria Livorno