lorenziniterminal
grimaldi
Ports > Fonti rinnovabili ed energie alternative focus su portualità e shipping/ Propeller Club Livorno

Fonti rinnovabili ed energie alternative focus su portualità e shipping/ Propeller Club Livorno

LIVORNO - “Pianificazione energetica, ambientale e portualità” è stato il tema affrontato ieri sera a Livorno durante il convegno promosso dall’International Propeller Club Port of Leghorn e dalla presidente Maria Gloria Giani Pollastrini, svolto presso lo Yacht Club - Molo Mediceo porto di Livorno.  “Il Propeller cerca di dedicare, almeno una volta all’anno, ad un evento che abbia un interesse nazionale," - ha spiegato la Giani Pollastrini incontrata a margine dell'iniziativa (VIDEO) - "dando attenzione a quello che succede in porto e in città. In questo caso il focus point è nel porto di Livorno, ma affrontiamo tematiche di rilevanza nazionale: le fonti rinnovabili, le energia alternativa, capire come gli armatori possano costruire navi di nuova generazione in ambito green e perché queste non potrebbero scalare il porto di Livorno.” La presidente Propeller ha quindi lanciato la proposta di far partire proprio da Livorno la costituzione di un Tavolo di lavoro per poter dare un segnale di ripresa per il porto e per un mondo "environmentally friendly" da lasciare alle generazioni future.

A tratteggiare le dinamiche evolutive e i casi di applicazione pratica delle tecnologie green al sistema dello shipping, dei porti oltre che della catena logistica e dei trasporti, sono intervenuti i relatori. Dopo i saluti istituzionali del presidente AdSP Stefano Corsini e del presidente nazionale Propeller Umberto Masucci, i rappresentanti dell’armamento italiano Stefano Messina, presidente AssArmatori, Luca Sisto direttore generale di Confiitarma, Dario Bocchetti (Gruppo Grimaldi). Gli esperti gli imprenditori e gli operatori del settore: il professor Romano Giglioli dell’Università di Pisa, Calogero Burgio (AdSP Civitavecchia),  Michele Urbano (Legambiente Lucca), Renzo Ciucci (H.V.M.), Guido Chiappa (RINA), Marcello Di Caterina (Alis), Claudio Evangelisti (Gas and Heat). Moderatore del dibattito Diego Gavagnin (Conferenza GNL). Le conclusioni sono state affidate al direttore marittimo della Toscana, il contrammiraglio Giuseppe Tarzia.

Post correlati

Taranto, accordo per un polo di analisi Scientifico Merceologico

Creare un polo di analisi al servizio del Porto di Taranto, della sicurezza e salute dei cittadini e delle produzioni […]

Assiterminal e Confetra al Mit: Misure di ristoro per i Terminal passeggeri in forte crisi

Una lettera a firma congiunta dei presidenti di ASSITERMINAL e CONFETRA, Luca Becce e Guido Nicolini, inviata al Mit, e […]

Yilport precisa: “Nessuna partnership con il gruppo cinese Cosco

TARANTO – Nessun rapporto di partnership nel porto di Taranto tra Yilport Holding A.S.  (“Yilport), la sua controllata San Cataldo […]


Leggi articolo precedente:
Porto Franco trieste, Autorità di Sistema portuale Trieste, Torre Lloyd Trieste, 300 anni Porto Franco
Trieste, crescono i traffici nel primo quadrimestre +6,55%, bene i treni +14,95%

TRIESTE– Crescita dei traffici durante il primo quadrimestre del 2018 per il porto di Trieste che complessivamente hanno registrato un...

Chiudi