Civitavecchia, si insedia l’Organismo di Partenariato

Civitavecchia, si insedia l'Organismo di Partenariato

Civitavecchia,  Si è insediato nella sede di Molo Vespucci, l’Organismo di Partenariato della Risorsa Mare dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale previsto dalla legge di riforma delle Autorità Portuali varata lo scorso agosto e presieduto dal presidente dell’AdSP Francesco Maria di Majo. L’organismo ha funzioni consultive ed è composto da un rappresentante per ciascuna delle categorie tra armatori, industriali, operatori di cui agli articoli 16 e 18, spedizionieri, operatori logistici intermodali, operatori ferroviari, agenti e raccomandatari marittimi, autotrasportatori, lavoratori delle imprese ed un rappresentante degli operatori del turismo e del commercio operanti nell’ambito portuale designati dalle rispettive organizzazioni nazionali di categoria, dalle organizzazioni sindacali e dal Comitato centrale dell’Albo degli autotrasportatori.

“Sono contento della partecipazione attiva dei membri del neocostituito Organismo di Partenariato della Risorsa Mare – ha dichiarato il presidente dell’AdSP Francesco Maria di Majo”.

"Gli argomenti più rilevanti – ha precisato il numero uno di Molo Vespucci - hanno riguardato in particolare la crescita di competitività del porto commerciale attraverso il suo sviluppo infrastrutturale - ivi compresi gli accessi viari e ferroviari - del porto, l'efficientamento dei controlli doganali e dei servizi di interesse generale ed infine attraverso interventi volti a rendere più economico il porto (agendo su diritti e tasse portuali) nel rispetto del principio della trasparenza finanziaria come oggi impone il nuovo regolamento (UE) 352/2017”.

L’organismo di Partenariato rimarrà in carica per quattro anni e sarà composto dal Presidente dell’AdSP del Mar Tirreno Centro Settentrionale, Francesco Maria di Majo; dal Comandante della Capitaneria di Porto di Civitavecchia, C.A. (CP) Giuseppe Tarzia; dal Comandante della Capitaneria di Porto di Fiumicino, C.V. (CP) Fabrizio Ratto Vaquer; dal Comandante della Capitaneria di Porto di Gaeta, C.F. (CP), Andrea Vaiardi. In rappresentanza degli Armatori, Domenico Ferraiuolo (Confitarma); per gli Industriali, Stefano Cenci (Unindustria); in rappresentanza degli operatori ex artt. 16 e 18, Franco Ronzi (Assiterminal), per gli spedizionieri, Valter Vomiero (Fedespedi) e Gianfranco Monti ( Anasped); per la categoria degli operatori logistici intermodali Riccardo Sciolti (Assologistica) e Guido Gazzola (Assofer); per la categoria degli operatori ferroviari Giuseppe Tolomeo (Agens) e Giacomo Di Patrizi (Fercargo); per la categoria degli agenti e raccomandatari marittimi David La Rosa; per la categoria degli autotrasportatori Patrizio Loffarelli; in rappresentanza dei lavoratori delle imprese Alessandro Borgioni, Annita Fantozzi e Gennaro Gallo; in rappresentanza degli operatori del turismo e del commercio John Portelli.

Post correlati

Crollo Genova: Allarme ponti, viadotti e gallerie, 46 mila opere con poche risorse per la prevenzione

La rete infrastrutturale nazionale formata da ponti, viadotti e gallerie è composta da più di 46 mila elementi, circa 30 […]

Crollo ponte, Genova: Riunione di emergenza a palazzo San Giorgio

GENOVA – Crollo ponte Morandi – In seguito agli avvenimenti tragici verificatisi ieri a Genova, il presidente dell’Autorità di Sistema, Paolo […]

In Italia ponti e viadotti vecchi di 50 anni con alto livello di rischio crollo

Parla Maurizio Crispino, docente di Costruzioni strade e ferrovie del Politecnico di Milano: “La pratica dei controlli non è diffusa. Necessari […]


Leggi articolo precedente:
La Spezia, riunione al completo del Comitato di gestione

LA SPEZIA Si è riunito per la prima volta al completo con la presenza anche del rappresentante della Regione Toscana, il...

Chiudi