Focus > Ci ha lasciato Paola Nappi giornalista del TG Rai, Corriere marittimo in lutto

Ci ha lasciato Paola Nappi giornalista del TG Rai, Corriere marittimo in lutto

LIVORNO - Ci ha lasciato Paola Nappi, giornalista TG Rai, 55 anni.  Corriere marittimo è in lutto e ne dà il triste annuncio: Paola figlia di Roberto Nappi  e sorella di Lucia Nappi, rispettivamente fondatore e vice direttore di Corriere marittimo. Tutti i TG nazionali, le maggiori testate giornalistiche, locali e nazionali ieri hanno riportato la notizia della scomparsa. Tra questi riprendiamo le parole de " il Fatto Quotidiano" che ha scritto:

Paola Nappi, morta a 55 anni la “giornalista guerriera” del Tg Rai della Toscana. Il governatore Rossi: “Dedizione e doti umane”

Cronista e inviata si era sentita male nel 2012 mentre si trovava all’isola del Giglio dopo il naufragio della Costa Concordia. Una volta uscita dall'ospedale scrisse: "Ciao sono Paola, la giornalista guerriera: ce l'ho fatta". La Federazione della Stampa: "Colpita l'intera categoria, dimostra il tipo di sacrificio a cui è sottoposto chi è in prima linea"

La passione per il lavoro, l’attenzione e la precisione, il grande sorriso davanti alla telecamera. I telespettatori toscani ricorderanno così Paola Nappi, giornalista livornese del Tgr Rai della Toscana e del Tg3, morta a 55 anni. Era malata da tempo, dopo un malore che la colpì nel 2012, proprio mentre stava lavorando da inviata all’isola del Giglio per il naufragio della Costa Concordia. Si trovava sulle scale di una chiesa dell’isola toscana in attesa di assistere alla messa in memoria delle vittime quando cadde, priva di sensi: fu ricoverata d’urgenza, in terapia intensiva. A Vanity Fair raccontò che “erano giorni, forse settimane, che non riposavo, non mi prendevo una pausa, e alla fine il mio corpo si è ribellato e si è spento”: a salvarla, disse, furono “gli angeli della Concordia”, i volontari che si trovavano lì per la commemorazione e che la soccorsero subito. Il momento più bello, aggiunse, fu quando – una volta uscita dall’ospedale – riprese il tablet e scrisse sul suo profilo facebook: “Ciao sono Paola, la giornalista guerriera: ce l’ho fatta”. In realtà gli ultimi anni sono stati di battaglia, la riabilitazione è stata lunga e difficile. Negli ultimi mesi le sue condizioni si erano aggravate. “Da allora non ha mai smesso di lottare”, ricorda al Tirreno il padre Roberto, anche lui giornalista, da quasi 40 anni direttore del Corriere Marittimo, noto giornale di settore che si occupa di porti, shipping e logistica.

 

Post correlati

Venezia, approvato il progetto di protezione del Canale Malamocco-Marghera

VENEZIA – Approvato stamani dalla Commissione per la Salvaguardia di Venezia il progetto di “Protezione del Canale Malamocco-Marghera”. Il progetto, […]

Mar Egeo soccorso in mare – Nave in fiamme, Costa Luminosa salva 11 membri dell’equipaggio

GENOVA – Soccorso in mare – Una nave in fiamme nel Mar Egeo è stata soccorsa dalla nave da crociera […]

Guido Grimaldi, Collegamenti con le isole c’è grande disparità

dal nostro inviato Lucia Nappi Alis in assemblea nazionale stamani a Roma. ROMA – “I nostri imprenditori italiani stanno lavorando […]


Leggi articolo precedente:
Coordinamento segretari generali: Solidarietà agli amministratori del porto di Livorno, fiducia nella magistratura

Riunione del gruppo di coordinamento dei segretari generali delle Autorità di Sistema Portuale costituito da Assoporti, prese alcune posizioni su...

Chiudi